Don S. Calogero Virzì

Don S. Calogero Virzì

DON SALVATORE CALOGERO VIRZI’

( 1919 - 1986 )

di
Maristella Dilettoso

 

Il Salesiano don Salvatore Calogero Virzì, docente, storico e studioso d’arte, contribuì, quant’altri mai, con la sua azione e i suoi scritti alla valorizzazione di Randazzo. Nato a Cesarò (ME) l’11 gennaio 1910, dopo i primi studi nel paese natale, frequentò l’Istituto S. Francesco di Sales di Catania e nel 1925 entrò nella Congregazione dei figli di Don Bosco. Nel 1934, a Messina, fu ordinato sacerdote, e si laureò in Lettere Classiche nel 1937 presso l’Università di Catania. Lo stesso anno fu trasferito a Randazzo, all’Istituto S. Basilio. Apprezzò subito la nostra cittadina, ancora inalterata nel suo assetto medievale, ma purtroppo rasa al suolo quasi per l’80%,nel luglio-agosto 1943, dai bombardamenti alleati. A don Virzì non restava che vigilare affinché, nell’ansia e nell’urgenza della ricostruzione, il patrimonio artistico superstite non venisse stravolto.


Al S. Basilio insegnò per molti anni nel biennio del Ginnasio, instillando nei giovani l’amore e la conoscenza del proprio paese. Fu Direttore della Biblioteca del Collegio e docente di Storia dell’Arte nel Liceo Statale di Randazzo, conferenziere, studioso, socio fondatore e membro della Pro Loco, dell’Associazione di Storia Patria “Vecchia Randazzo”, dell’associazione “Arte S. Bartolomeo”, Ispettore Onorario della Soprintendenza ai Beni Architettonici, Artistici e Storici, Consulente nella Commissione edilizia comunale.

La Bibliografia di don Virzì comprende articoli su periodici locali e nazionali, e molti scritti editi e inediti: Memorie storiche del Collegio S. Basilio di Randazzo (inedito, 1953), Randazzo e le sue opere d’arte (inedito, 1956), Paesi di Sicilia: Randazzo (Palermo,1965). Per il Bollettino dell’Accademia Zelantea redasse: Il regio Castello di Randazzo (1968), Sulla venuta di Nino Bixio nell’agosto 1860 in Randazzo (1968), Randazzo 1848 (1980). E ancora: Storia della Città di Randazzo (1972), manuale divulgativo per le scuole, Breve guida attraverso i monumenti artistici della città di Randazzo…(1973), Randazzo nella sua storia e nei suoi costumi (inedito, 1960), le guide illustrate: Alcantara (1975), Etna (1978), Taormina (1979), Cesarò. Oltre a collaborare a varie pubblicazioni per il 21° Distretto scolastico, va ricordato il fascicolo commemorativo I cento anni del Collegio S.Basilio (1979), il volume La Chiesa di S. Maria editodal Comune (1984), e Il Castello della Ducea di Maniace, pubblicato postumo nel1992. Nel 1979 gli fu conferita dal Comune di Randazzo la cittadinanza onoraria, per il contributo dato al progresso ed alla conoscenza della città. Morì il 21 novembre 1986. A un anno dalla scomparsa, gli fu intitolata la Biblioteca Comunale. Fu storico obiettivo, equilibrato e scrupoloso, “nume tutelare” del patrimonio storico-artistico di Randazzo, città d’adozione, che amò come fosse stata la sua patria, impegnandosi sempre per la sua conoscenza, la sua ricostruzione e la sua tutela.